martedì, dicembre 12, 2006

Voi chiamatela recensione + Vancouver Nights mp3

E’ online da questa mattina la mia prima recensione per Indieforbunnies. Correte a leggerla, ma soprattutto correte a comprarvi il disco dei Pecksniff. Travolgente.

Siccome ha incuriosito il paragone con i Vancouver Nights, vi lascio con un piccolo regalo. Così quando avrete consumato le undici tracce di “Honey You’re Murdering Me” vi resterà qualcosa da rispolverare per continuare a giocare.

Vancouver Nights “A Room of One’s Own”

Etichette: , ,

5 Comments:

Anonymous Nur said...

approposito, complimenti! bellissima la rece anche perchè i pecksniff li conoscevo ma non avevo mai approfondito. e con questo cd vale la pena di approfondire!
baci tommy!

6:44 PM  
Anonymous mr.crown said...

mi è capitato di vedere i pecksniff dal vivo e devo dire che sono pessimi, specialmente le voci.

11:45 AM  
Blogger tommy said...

mr. crown, sei un calamaro proprio acido. se dovessi incontrarti al bronson, ti bollirei volentieri. i pecksniff dal vivo non li ho mai visti, ma posso crederti: sentiti in radio c'erano diverse cose che non andavano. resta il fatto che del disco sono assolutamente innamorato.

11:53 AM  
Anonymous mr.crown said...

sono acido perchè ormai non lo è più nessuno. tutti a compiacersi vicendevolmente tra blog e my space.
non c'è più spirito critico e se c'è è relegato e contenuto.
criticare fa bene all'arte.

2:12 PM  
Blogger tommy said...

triste verità. è che a me va di scrivere solo di quello che mi piace. lo spirito critico resta, solo che, nel mio caso, filtra gli ascolti e non stimola la scrittura. in sostanza sulle cose che non mi piacciono sono lapidario e approssimativo.

2:21 PM  

Posta un commento

<< Home