lunedì, febbraio 27, 2006

lazysundays meets a lazy monday

Ma perchè hai scelto proprio lazysundays come nome? E' una delle domande che mi vengono rivolte più spesso. Chi non mi conosce pensa che passi tutte le domeniche sotto le coperte, scartando dischi nuovi di zecca e sorseggiando tè allo zenzero. Chi mi conosce però, sa che le mie domeniche sono tutto fuorchè pigre.

Un esempio? Prendete oggi, domenica 26.2. Sono in piedi dalle otto e alle due e mezza non sono ancora andato a letto.

Tutto veloce, senza soste. La sveglia presto per occuparmi del podcast settimanale, le corse in macchina per la città per accompagnare la mia ragazza al lavoro, ritorno a casa, un piatto di pasta alle undici, tempo limite per digerirla prima della partita. Qualche minuto di training autogeno, per ricordarmi che sono veramente forte. Parto. Per fortuna oggi si gioca in casa, qualche chilometro risparmiato. Prestazione superlativa. Il centravanti avversario non tocca palla e la squadra vince lo scontro di alta classifica. La vetta è solo a quattro punti.
Bravo, bravo, ma ora beccati sto panino e rimettiti in macchina verso casa. Arrivo. Una breve occhiata ai gol di serie A, una alla posta e l'immancabile sbirciatina tra i blog che mi interessano. Scopro che Manuel Agnelli ha pestato di brutto un contestatore ubriaco durante il concerto al Fillmore. Eccheccazzo, potranno pure suonare e cantare come gli pare. Al massimo, se proprio non vi va giù ballatz for littol ainaz, non compratelo o non andate più ai loro concerti...
Chiusa parentesi. Mi trascinano al cinema. Il film si chiama "la notte prima degli esami". Avevo visto giusto un trailer di sfuggita, non ne sapevo proprio nulla. Un tema nuovo, i giorni dell'esame di maturità di un gruppo di studenti romani sul finire degli anni '80. Ma gli anni '80 di Fausto Brizzi "non sono rigorosi come i nostri". Certo, non sono quelli di Praga, ma scordatevi la nuova onda e la gioventù sonica. Il film è pregno di Europe e Duran Duran... e io che volevo vedere "Walk the Line"... voto 4,5.
Un po' di musica, tanta birra, tanta.

Meno male che domani è lunedi, e allora tutto tornerà al rallentatore. I libri, i dischi, i Calla. Welcome lazymonday.
Il nome intanto resta un mistero...

1 Comments:

Anonymous jag said...

il perchè del nome sarà pure un mistero ma a me piace tantissimo! :))
ciao!

12:30 PM  

Posta un commento

<< Home