domenica, gennaio 21, 2007

lazy sunday #11: a cup of tea with Fresh Air of Hiroshima

Arriviamo a “Villa Emo” attrezzati fino al midollo: Earl Grey di primissima qualità, un bollitore nuovo di zecca e tutti i colini necessari. Ma chi l’avrebbe mai detto che c’è gente che scambia l’acqua con la vodka…

Il tè corretto è una bomba ad orologeria e la sala prove dei Fresh Air of Hiroshima si trasforma all’istante in uno scenario sconvolgente. Un fungo atomico, uno scenario post-bellico, fatto di sigarette spente sulle braccia e timpani schizzati contro il muso. Sono proprio dei pazzi a conoscerli da vicino questi tizi, ma ho deciso di affezionarmi.

Sigillata la puntata succede di tutto, assaporiamo le “moine barcollanti” di Barbara, schiviamo i raptus dell’Alberto e incerottiamo le stigmati della Mary, che come tocca il basso prende fuoco.

Però tu, Albè, chitarrista timido e post-rockettaro della prima ora, dalla rissa a microfoni chiusi potevi anche salvarmi…

Ascolta lazy sunday #11 (mp3 file)


Playlist:

1) Fresh Air of Hiroshima “Monkeysucker”

2) Swan Lake “All Fires

3) Cut “Sweet Words

4) Fresh Air of Hiroshima “Idiot or criminal (live for lazysundays)”

5) Fresh Air of Hiroshima “Untitled (live for lazysundays)”

6) Bloc Party “Song For Clay”

7) Sodastream “Tickets to the Fight”

8) I Love You But I’ve Chosen Darkness “Lights”


Photo by Francesco Negri


Etichette: , , , ,

10 Comments:

Anonymous brassy said...

Oh yeah.
Manco a farlo di proposito ho pubblicato oggi l'intervista ai Virginiana.

Comunque Ilaria i concerti li dice meglio.

12:19 PM  
Blogger dhinus said...

sìsì confermo. a mia discolpa mentre leggevo le date avevo gente che cercava di bruciarmi i fogli con delle sigarette accese! comunque la prossima volta chiamo ilaria e li faccio leggere al telefono a lei :)

2:19 PM  
Anonymous ournoise said...

i fresh air sono una manica di scoppiati! ma gli vogliamo bene lo stesso. brassy ovunque.

3:36 PM  
Blogger tommy said...

eh, ilaria è sempre ilaria... però francesco tinto di biondo devo ammettere che non è affatto male.

Ora mi leggo l'intervista ai Virginiana, ma su questo intreccio carlo-brassy devo ancora indagare...

ah, se qualcuno passa dalle parti di cinisello vada a recuperare i fresh air. nessuno li ha più avvistati...

9:39 PM  
Blogger chris said...

tommy ho postato

5:18 PM  
Blogger dhinus said...

smentisco queste voci false e tendenziose! (anche se... biondo..... uhmm quasi quasi ;)

11:25 PM  
Anonymous brassy said...

Ma come, c'è pure qui Pastore?
Ma allora è una persecuzione, eh.

Tommy, pure io quando vengo a Milano voglio leggere i concerti con i fogli che prendono fuoco.

7:38 AM  
Anonymous Anonimo said...

ciao...

6:32 PM  
Anonymous Anonimo said...

forse io non sarò un'artista come intendete voi...ma questo attegiamento da adolescenti che adorano bere, fumare ed avere una vita sregolata per sentirsi trasgressivi e veri artisti mi sembra un tantino patetico!

L'arte e la passione sono totalmente un'altra cosa!

6:36 PM  
Blogger tommy said...

mah, di solito è buona educazione firmare i commenti, anche con uno pseudonimo per carità.

per quanto riguarda il tuo commento, penso lasci un po' il tempo che trova, nel senso che elevare ad arte sublime quello che è puro e semplice rock'n'roll va ben oltre le nostre intenzioni e ambizioni.

per quanto riguarda la passione... che c'entra la passione? uno potrà ben appassionarsi a quello che vuole, compreso intervistare dei ragazzi davvero simpatici che si ubriacano e imbracciano i loro strumenti, perchè poi si sa noi portiamo le tisane e la vita dei conduttori di lazysundays è talmente tanto sregolata che mentre tutti ancora dormono la domenica mattina, con la bocca vellutata per i troppi cocktails tracannati (brassy esclusa ovviamente, ma solo perchè non ha ancora l'età...), noi abbiamo già preparato, registrato, postato, riascoltato e commentato la nostra trasmissione...

11:22 PM  

Posta un commento

<< Home